mercoledì 3 ottobre 2012

LoSai? Daniele di Luciano mente sapendo di mentire

In un vecchio post del 13 dicembre 2011 ho trattato la storia dell'interrogazione del Parlamento Europeo da parte di Borghezio che, non sapendo di chi sono i soldi che ha in tasca, non avendo un musulmano da bruciare a portata di mano decide di chiederlo alla Commissione Europea.

E cosa risponde la Commissione Europea? Quello che qualunque persona dotata di un quoziente intellettivo minimo di 50/100 si aspetta: che prima di emetterla è di proprietà di chi la deve emettere (l'Eurosistema, ovvero le Banche Centrali), e dopo è di chi ce l'ha in tasca. Nel primo passaggio, la moneta è della Banca Commerciale che le ottiene quando ne ha bisogno in cambio di titoli.

La risposta tecnicamente è stata questa:

«Una volta emesse, sia le banconote che le monete in euro appartengono al titolare del conto su cui sono state addebitate di conseguenza»

In ragioneria, quando la Banca Centrale consegna i soldi alla Banca Commerciale si dice tecnicamente che «addebita in conto».
Lo ripeto: è un credito, non un debito.
Lo ripeto ancora: va tra i «più» e non tra i «meno».
Lo ripeto ancora una volta per sicurezza: avere moneta è buono. Non avere moneta è cattivo.

La moneta è un credito, non è un debito.

Qui c'è la paginetta di Wikipedia con le basi minime dei termini usati in ragioneria nella partita doppia, e qui una risposta del blog Signoraggio Informazione Corretta che spiega il caso specifico.

Daniele Di Luciano, che non lo sa, legge «addebitato in conto» e presume che significhi che le banche commerciali siano talmente cretine da consegnare loro titoli in cambio di un debito. Non è un crimine essere ignoranti della materia della quale si parla continuamente. Ed anche ai migliori può capitare di sparare uno sfondone, figuriamoci a lui.

Ma nei giorni seguenti con tutta probabilità avrà incontrato almeno un diplomato in ragioneria che gli avrà svelato il mistero. E se non è accaduto, lo avrà saputo dalla sua collaboratrice Marcella Fraschi (che mi ha bloccato proprio per averlglieloo fatto presente e che ha rimediato una storica ed irrimediabile figura di m.).

È passato quasi un anno. Avrà imparato come stanno le cose?

Non potevo non riproporre la stessa immagine.


Eccolo, nella sua disperata ricerca di notorietà prima di un comizio di Matteo Renzi, ammorbare chi gli capita a tiro con la storia che la Commissione Europea avrebbe ammesso che la moneta che è un debito.

Le sue parole:

«Un parlamentare europeo (Borghezio, n.d.r.) chiede di chi è la proprietà dell'euro all'atto dell'emissione e risponde Olli Rehn a nome della Commissione Europea e dice che la proprietà dell'euro è all'atto dell'emissione delle Banche Centrali che poi le addebitano ai cittadini europei»



Mente sapendo di mentire. Non credo serva altro.

(LeFou!)

34 commenti:

  1. A proposito della mitica "moneta sovrana" che dovrebbe risolvere tutti i problemi, vedi un po' che succede in un paese che ha questa "moneta sovrana" e che complottisti e contaballe nostrani è il paese della giustizia, della libertà ecc.

    http://snipurl.com/256kjju

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    2. la risposta al tuo commento sta nello stesso articolo che hai linkato: "Il rial sta infatti crollando nei confronti del dollaro anche a causa delle sanzioni internazionali contro il programma atomico iraniano"..
      sai benissimo che l'iran è visto male da parte degli USA, e ci vuole poco a destabilizzare un paese..
      basta già che lo mostri come cattivo, come arretrato alla comunità internazionale, agli investitori e lo hai frecato... magari gli fai dare un pessimo rate anche da moodys o dalle altre agenzie ed esso sarà costretto per finanziarsi o a vendere il suo debito pubblico a tassi alti, o autofinanziarsi stampando moneta --> inflazione, crollo del valore della moneta...
      l'articolo al posto che confutare i complottismi gli alimenta solo, e cmq il sistema mondiale non è un complotto, è tutto abbastanza alla luce del sole..ai cittadini resta solo da scegliere da che parte stare

      Elimina
    3. Non è una risposta. È la rispostina banale e scontata delle redazioni impreparate, dato che l'articolo è firmato «redazione web» e che è nella sezione «esteri» (e non «economia»).
      Il Rial sta crollando perché dietro c'è un governo nazista, che come tutti i governi nazisti, vuole risolvere stupidamente a colpi di leggicchie cretine tipo «gestiamo la banca centrale» e «stampiamo moneta», che portano sempre ed inevitabilmente al disastro.
      Trasmissione televisiva consigliata: «L'Ultima Parola» il venerdì notte su Rai Due.

      Elimina
    4. «basta già che lo mostri come cattivo, come arretrato alla comunità internazionale, agli investitori e lo hai frecato... magari gli fai dare un pessimo rate anche da moodys o dalle altre agenzie ed esso sarà costretto per finanziarsi o a vendere il suo debito pubblico a tassi alti, o autofinanziarsi stampando moneta --> inflazione, crollo del valore della moneta...»
      A parte il doppio account (mah) e l'uso disinvolto della grammatica italiana (doppio mah), credo di aver letto poche volte nella mia vita un tale cumulo di banalità in un solo paragrafo.
      Si consiglia di studiare sui libri e non sul web, dove al massimo si può diventare un soldatino di Forza Nuova, Sturmfront o qualche altra formazione che vuole risolvere tutto stampando moneta.
      Mi fa venire in mente quelle scene dove il popolo bove, sobillato dal populista di turno, viene spinto a rivoltarsi saccheggiando i supermercati. Il giorno dopo inizia la fame.
      Che presuntuosetti. Come se nessuno ci avesse mai pensato.

      Elimina
    5. (per il doppio account mi scuso, ma mentre volevo ancora completare il messaggio ho avuto problemi nell'autenticarmi)
      ad ogni modo non sono vicino a nessun partito o a particolari idee politiche di destra ( tutt'altro )..
      con " risolvere tutto stampando moneta" intendi stampare moneta in generale o appropriarsi come popolo di uno stato ( ma anche come popolo europeo) della capacità di stampare moneta?
      nel primo caso è naturale che non sono d'accordo, ma non credo intendessi quello..
      nel secondo caso: beh non è che sarebbe male, non sarebbe la risoluzione di tutto ma potrebbe essere una cosa positiva...potrebbe...

      Elimina
    6. L'emissione monetaria avviene tramite la Banca d'Italia. Abbiamo già la capacità di stampare moneta. Ma non si può fare per finanziare la spesa, che è uguale al "primo caso". Si può fare solo per fornire liquidità al sistema, non per finanziarlo.
      A quel punto che la moneta venga stampata da un'istituzione A o B poco importa.

      Elimina
    7. si ma la banca d'Italia prima e ora la BCE non sono organismi controllati dai governi nazionali...o almeno lo sono in minimissima parte, la rappresentanza dei cittadini in questi organi è praticamente nulla...

      però capisci che fornire liquidità al sistema in questo modo è ridicolo?
      cioè credi che un sistema del genere riesca a garantire stabilità e giustizia?

      domanda che non c'entra nulla con il discorso: da blogger faresti un articolo sulla supervigilanza bancaria che entrerà in vigore effettivamente nel 2014 insieme al MES ( altra meccanismo un pò particolare, che non reputo sbagliato ma credo migliorabile)?
      o sai grosso modo cos'è? dato che in giro non trovo info

      Elimina
    8. Non mi risulta che in magistratura o nell'esercito o nella polizia di stato ci siano rappresentanti del popolo. Le istituzioni nei paesi democratici sono indipendenti dai rispettivi governi, rispondono solo alla legge e non ai desiderata dei politici.
      Sul MES non ho approfondito la questione, ma ho visto che Messora aka ByoBlu ne ha fatto un cavillo di battaglia. Di solito lui ha torto, quindi presumo che abbia torto anche sul MES.

      Elimina
    9. e wait, come poteri non sono proprio comparabili...la magistratura non esercita un potere "politico" e cmq è regolata dalle leggi approvate in parlamento come dici giustamente...esercito e polizia sono sotto due ministeri, quindi sono sottoposti a componenti del governo, e appunto poi i parlamentari possono regolare tramite leggi etc le loro azioni...
      le politiche della bce ,per come è composta e pensata, non sono decise da, e non devono sottostare praticamente a nessun organo eletto..

      poi non dico che questo sistema mondiale sia sbagliato, però a me sembra che sia decisamente poco democratico, anzi abbastanza oligarghico, e non vedo che c'è di male nell'accettarlo( anche perchè il mondo contemporaneo ha sempre funzionato in questo modo)
      sul MES mi piacerebbe sentire anche opinioni diverse da quella di messora ( per ora cmq ho trovato solo critiche sterili contro messora)

      Elimina
    10. Le nomine delle Banche Centrali nazionali e della BCE sono nomine politiche e i Governatori hanno un mandato (ad esempio, Draghi è stato nominato per abbassare i tassi e spingere su una minore stretta a dispetto dei tedeschi che vorrebbero un maggior rigore monetario). Invece il meccanismo di emissione in sé non è nelle disponibilità di una Banca Centrale. La moneta emessa non serve per essere spesa direttamente dagli Stati, ma per circolare e farci scambiare le merci e pagare il conto al ristorante.

      Riguardo le critiche a Messora, gliele ho presentate direttamente nel suo canale YouTube. Gli ho fatto presente, ad esempio, che lui affermava ripetutamente che la Banca d'Italia fosse privata, cosa che non è né tecnicamente né praticamente né economicamente. Dopo avergli ripetuto la domanda tre volte mi ha bloccato.

      Riguardo il Ryan iraniano, mi correggo.
      Sembra che la banca centrale iraniana non abbia stampato moneta. La moneta si è svalutata perché, essendo meno utilizzata in prospettiva ed attualmente per l'acquisto del petrolio e di altre merci, viene deprezzata come tutte le monete. In pratica: la moneta serve per scambiare merci, il petrolio viene venduto di meno, la moneta che circola è la stessa, quindi circola più moneta di quella che serve. Il meccanismo è simile, ma la causa è diversa.
      Ovviamente non sono gli "USA", né un accrocchio di manovratori o di agenzie di rating (che contano come il due di bastoni quando la briscola è coppe). Sono le Nazioni Unite, data la minaccia nucleare iraniana.
      Come disse un politico israeliano: «Non è vero che non ci fidiamo dell'Iran. Noi crediamo in quello che dice Ahmadinejad. E quindi crediamo che ci voglia distruggere».

      Elimina
    11. su banca d'Italia cadi in parte in errore...la nomina del direttore generale e dei vicedirettori viene effettuata ( su proposta del governatore) dal consiglio che a sua volta è eletto da coloro che detengono le quote ( ok che i nomi sono proposti dal gov, ma non credo che loro siano così fessi da accettare persone che non gradiscono)...e sono loro che con il governatore decidono le strategie...
      anche perchè non avrebbe senso che degli istituti privati congelino praticamente del capitale e ci perdano soldi se poi in effetti non hanno nessun potere decisionale nelle questioni importanti...

      sulla questa questione iraniana ammetto di non sapere praticametne nulla, ho solo letto l'articolo linkato e ipotizzato in base a ciò che era scritto cosa poteva essere accaduto...dato che dall'articolo veniva ipotizzata appunto l'influenza degli usa su questa svalutazione della moneta ...
      prometto che mi documenterò...( cmq anche le nazioni unite sono un organo che non mi convince particolarmente, date diverse porcate chehanno combinato nel tempo)

      Elimina
    12. http://www.youtube.com/watch?v=7y3NrreYNmM

      Elimina
    13. e secondo te prima di parlarti della banca d'italia non ho visto il tuo video?
      e non spieghi affatto il punto che ti contesto...anche perchè ripeto: non avrebbe senso da parte di banche private congelare un capitale per prendere quote in una istituzione che non gli permette di avere nemmeno un minimo potere decisionale sulle cose importanti...
      il direttorio decide a maggioranza sulle varie questioni. E direttore e vicedirettori sono nominati dal consiglio su proposte del governatore, se il consiglio non è d'accordo non lo nomina...

      seconda cosa: la politica in generale cerca sempre di occupare più poltrone possibili, negli ultimi 40 anni invece non si è seduto mai un politico sulla poltrona di governatore ( forse fortunatamente direi), perchè anche la nomina dello stesso governatore avviene con un parere favorevole del consiglio ( anche se non vincolante)...

      Elimina
    14. Non ha senso infatti che le banche private congelino un capitale. Ma non possono smobilitarlo, come non hanno potuto scegliere di partecipare al capitale fato che è successo nel 1936.
      Non sono azioni, come spiego nel video. Ed i partecipanti al capitale possono solo confermare le nomine politiche. Sostenere che abbiano una qualche influenza sulle politiche monetarie (che tra l'altro sono ormai decise dalla BCE e non a Roma) è capzioso e non rispondente né alla teoria né alla realtà dei fatti.
      Il fatto che nessun politico si sia seduto sulla poltrona di Governatore non viene dal Consiglio della Banca d'Italia, ma dal ruolo di garanzia che deve avere il Governatore nei confronti di tutti. Proprio per l'autonomia della Banca Centrale, quel ruolo non dev'essere ricoperto da una persona eccessivamente di parte.
      Ecco perché, ad esempio, Ciampi fu prima Governatore poi Ministro del Tesoro poi Presidente del Consiglio e poi Presidente della Repubblica. Non certo per l'influenza delle banche private.

      Elimina
    15. rieccomi (scusami per la risposta in ritardo)
      concludo cmq ringraziandoti della chiacchierata che mi ha fatto approfondire un bel po di cose e capire meglio determinati meccanismi.
      Anche se non concordo ancora sul fatto che i partecipanti al capitale non abbiano alcun potere nella scelta del governatore e dei vicedirettori, perchè la possibilità di confermare o no una nomina non è proprio cosa da poco...tu la reputi una cosa formale..ma non credo sia così(anche perchè per far si che ci sia una reale imparzialità è anche "giusto" che ci sia un confronto)
      Comunque tutto ciò mi ha permesso di capire che la banca d'Italia, cosi come le altre banche nazionali e la BCE, non fanno gli interessi diretti delle banche che ne possiedono i capitali, ma perseguono l'obiettivo di mantenere questo sistema economico ( che è quello europeo-americano) in cui le banche svolgono naturalemtne un ruolo fondamentale .
      Il problema è quindi un altro: l'impossibilità da parte dei cittadini di riuscire a influenzare questo sistema economico. Il potere dei popoli sulle decisioni economico-politiche del sistema è nullo...
      E con ciò non dico che è sbagliato che sia così...dico solo che è così. Poi ognuno si fa la sua idea se è d'accordo o meno..

      Elimina
    16. Personalmente non sono contrario alla statalizzazione anche delle quote di capitale della Banca d'Italia. Il problema è che l'operazione costerebbe circa 40 miliardi di euro, e non possiamo permettercelo in questo momento per comprare un capitale sostanzialmente simbolico che non aumenta il peso delle scelte dello Stato o della stessa Banca d'Italia.

      Elimina
    17. Sul ruolo della gente nelle scelte di politica monetaria, la mia domanda è: se per capire come funziona l'emissione monetaria io, che ho mezzi e conoscenze per studiarlo, ci ho messo mesi tempestando di domande altri più ferrati e pazienti di me, come possono farsi un'opinione sessanta milioni di italiani?

      Elimina
  2. Che palle che è quell'uomo...
    Mi sa che non dovremmo nemmeno prenderlo in giro più di tanto (e così gli altri amichetti), è proprio un decerebrato. Impossibile ragionare con uno del genere.

    RispondiElimina
  3. che vuoi che faccia, che dica la verità facendo scoprire quanto cretino è?
    Certo che mente spudoratamente, altrimenti rischia che qualcuno dei suoi lo prenda a calci in culo per aver mentito prima

    RispondiElimina
  4. Non pensavo potessi essere cosi' in mala fede.

    Citi una pagina Web senza capirla. E allora riportiamo tutta la dicitura del significato di "addebitare un conto", lagina che citi
    tu stesso:

    addebitare un conto: significa iscrivere un valore nella colonna dare/+;

    Cioe', se addebito il conto XXX, la colonna dare/+ del conto XXX e` aumentata del totale che addebitiamo. Questo significa che quella quantita` di moneta dovra` essere "data" indietro.

    Capisci?

    Credo di si, ma sei troppo in mala fede, e probabilmente e` come parlare al vento.

    Luca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non dev'essere data indietro dato che la Banca Commerciale ha ceduto un titolo in cambio di quella moneta e la transazione è completata.

      Visto che ti piace la logica, applicando la tua affermazione stai sostenendo che, se compro una casa e verso il denaro nel conto del proprietario, poi avrò il diritto di recuperare quella somma.

      Ti torna adesso?

      Elimina
    2. Cribbio, se Luca ha ragione devo qualche mese di stipendio alla mia banca!!!

      Elimina
  5. Ottimo post che smaschera il criptofascista Daniele di Luciano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Detto da "Mao" fa abbastanza ridere. Per non piangere dell'ignoranza, s'intende...

      Elimina
    2. Sinceramente non ho capito cosa vuoi dire... Forse che Di Luciano non abbia malcelate simpatie nazifasciste?

      Elimina
  6. Il caro DDL mi ha bloccato dalla sua pagina FB di Lo Sai perché mi sono permesso di dissentire. Tutto ciò succede sotto un post sugli OGM (so che non sono propriamente il tuo campo di debunking, ma chi spara cazzate lo fa su tutto e tutti), pubblicizzando per l'ennesima volta un recente studio francese viziato nel metodo e nel merito, dal quale tutta la comunità scientifica si è affrettata a prendere le distanze, bollandolo come "inesatto".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'ennesimo studio di Seralini, conosco la vicenda.

      Elimina
  7. DDL mi ha bloccato sulla pagina di Lo Sai perché ho osato dissentire. Il post era riferito agli OGM, pubblicizzava un articolo francese anti-OGM che è stato prontamente sbugiardato, nel merito e nel metodo, dalla comunità scientifica.

    RispondiElimina
  8. ....e se gli zeri non fossero sulla stessa linea?....

    RispondiElimina
  9. Ma lui per acquistare un bene cosa usa ? il baratto LOL

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, mi dicono che anche nel commercio se la cava maluccio. Sembra che abbia chiuso la sua attività di vendita magliette ai gonzi... pardon, «ricercatori indipendenti»... perché doveva pagare i contributi anche senza vendere magliette. E pare che abbia affermato pubblicamente che non lo sapeva.

      Questo dovrebbe essere «esperto» di emissione monetaria, economia, geopolitica ecc.

      Elimina
  10. Chi di voi ha cognizioni di macroeconomia?

    RispondiElimina

Non lasciare commenti che non sopporteresti di ricevere. E comunque sono accettate critiche ma non offese.