mercoledì 4 febbraio 2015

L'Isola dei Complottisti

È ora di dare una svolta epocale a teorie del complotto, pseudoscienze ed altri pseudocosi.

È ora di istituire

L'Isola dei Complottisti
(e degli pseudocosi)


Tipica isola dei complottisti dove sono tutti ricchi trallallero

Propongo la seguente legge:

Articolo 1

Un numero minimo di cento complottisti/pseudoscienziati/pseudoanimalisti/pseudoeconomisti/pseudocosi ha il diritto di occupare un'isola disabitata, con una superficie proporzionale al numero degli occupanti.
 

Articolo 2


Gli occupanti dovranno vivere in tale isola seguendo con coerenza la loro teoria, senza eccezioni.
 

Articolo 3


Agli occupanti sarà dato un telefono o altro sistema di comunicazione per farsi venire a prendere nel caso in cui l'applicazione della loro teoria porti al disastro.

Questa legge semplicissima permette di verificare una teoria senza l'alibi per cui tutti ce l'hanno con loro, le multinazionali nascondono le prove dell'esistenza degli unicorni rosa, non conviene ai petrolieri eccetera eccetera.

Vediamo alcuni esempi.

Il motore magnetico che produce energia infinita

Gli occupanti dell'isola potranno produrre energia solo da un motore magnetico che costruiranno prima di recarsi nell'isola o che acquisteranno da uno dei misteriosi inventori che popolano il web e che arriverà nell'isola.

Potranno così alimentare tutte le apparecchiature che vogliono, dimostrando al mondo che quei motori che si vedono sul web non sono truffe che nascondono batterie o cavi, ma violano davvero le leggi della termodinamica e della conservazione dell'energia.

Se e quando resteranno senza energia, chiameranno con il telefono a loro disposizione (se anche quello non è alimentato con il magnifico motore magnetico).

Stampare banconote

Gli occupanti dell'isola si potranno impossessare del signoraggio secondo la loro particolarissima definizione, ovvero della differenza tra costi di stampa e valore nominale delle banconote.

Potranno così diventare ricchissimi stampando moneta in continuazione, diventando ricchissimi senza limiti e distribuendo questo enorme guadagno, anche se secondo tutte le teorie monetarie ed economiche del mondo, ed anche secondo banali osservazioni empiriche, non è assolutamente vero.

Se e quando finiranno per coprire l'isola di carta straccia nutrendosi delle radici degli alberi, chiameranno con il telefono per farsi venire a prendere (la telefonata gliela paghiamo noi, perché a quel punto la loro moneta varrà meno della carta con la quale è stampata).

Animalisti estremi

Gli occupanti dell'isola vivranno senza utilizzare in alcun modo gli animali per alcuno scopo, in particolare:
  • sperimentazione animale, e quindi
    • niente uso di medicinali e tecniche chirurgiche testati con gli animali (tutti)
    • niente vaccini scoperti con la sperimentazione animale (tutti)
    • niente uso dei cosmetici testati con gli animali (tutti)
    • niente cura degli animali stessi tramite medicinali e tecniche chirurgiche testati sugli animali (tutti)
  • alimentazione, e quindi
    • niente carne (ovvio)
    • niente latte e latticini (formaggi ecc.)
    • niente uova e derivati
    • niente miele (lo fanno le api che non devono essere schiavizzate)
  • vestiti, e quindi
    • niente pellicce
    • niente lana
    • niente scarpe, borse, accessori in cuoio o in pelle
    • niente strumenti, pennelli, pettini o altri oggetti fatti con ossa o peli
  • controllo della popolazione animale, e quindi
    • niente derattizzazione (benvenute in casa, pantegane)
    • niente caccia e controllo della fauna (aumento incontrollato di cinghiali, uccelli, lumache ecc. che distruggono i raccolti)
  • coltivazione e compagnia, quindi:
    • niente letame per concimare i campi
    • niente cani e gatti in casa (che a loro volta mangiano altri animali e cibo fatto di animali)
    • niente uso di animali come mezzi di trasporto e di lavoro (quindi uso obbligatorio di trattori ed automobili, le quali però sterminano centinaia di insetti volanti e striscianti durante il movimento)
Ovviamente un'alimentazione esclusivamente vegetale, unita al mancato controllo della fauna, implica che gli animali tenderanno a scorazzare nei campi distruggendo i raccolti. I bovini stessi, dovendosi nutrire di quello che trovano in giro, si sfameranno con il raccolto dell'isola.

E la presenza permanente di topi in casa implica dei problemi sanitari di un certo spessore, che non potranno risolvere con i medicinali testati sugli animali dai cattivissimi vivisettori.

Se e quando finiranno sterminati dalle epidemie, dalla malnutrizione, dal freddo eccetera, basterà una telefonatina.

(LeFou!)

UPDATE 04/02/2014: aggiunte alcune limitazioni dell'animalismo estremo (sezione "coltivazione e compagnia").

25 commenti:

  1. Alimentarsi da vegano!? Che estremismi! C'è solo qualche milione di persone che lo sta già facendo. :)

    Le pellicce e il vestiario in cuoio? Fondamentale per la sopravvivenza (per non parlare del pennello). :) Infatti quelli che fanno le scalate sull'Everest non vanno col materiale tecnico, vanno con la pelliccia :)

    Eh la caccia invece sì, è proprio necessaria, infatti prima che esistessero i cacciatori c'erano 800 cinghiali, 200 uccelli, 4000 lumache per mq e notoriamente solo l'uomo e la caccia hanno la facoltà di mantenere in equilibrio la fauna terrestre. E i cacciatori non sono assolutamente una lobby di 4-500.000 (in tutta Italia) persone intoccabili :) Poi vabbè, ogni anno impallinano a morte qualche decina di persone, ma farà parte del controllo della fauna, non so :) E come faremo visto che i cacciatori sono in progessivo declino, ci toccherà insegnarla a scuola? :)

    Per non parlare dei milioni di animali che si riverseranno nei campi! Uno steccato in legno no? :) Ah no, le lumache passano sotto lo steccato, giusto. :)

    Ti sei fatto prendere la mano preso dalla foga? :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' risaputo che i cinghiali siano individui educati e si preoccupino di non oltrepassare uno steccato.

      Elimina
    2. Se mi costruissi un campo dove prima abitavo diventerei anche io poco educato.

      Elimina
    3. Le lumache passano SOPRA lo steccato.

      Elimina
  2. Effettivamente, nell'ultima parte sugli "animalisti estremi", il complottista sembrerebbe proprio LeFou. Ma poi perché su di un'isola abitata da vegani dovrebbero esserci dei bovini? È un'isola indù? ;)
    Sulla caccia al cinghiale come rimedio inefficace e controproducente per limitare i danni all'agricoltura, suggerisco questo articolo del già professore ordinario di zoologia de "La Sapienza" Carlo Consiglio: http://autori.fanpage.it/occorre-abbattere-i-cinghiali-per-limitarne-i-danni/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mai sentito parlare del letame?

      Elimina
    2. Linciozza, è possibile utilizzare anche gli escrementi umani come concime, informati al riguardo; quindi direi che no, su un'isola abitata da vegani di una mucca non se ne farebbero un bel nulla.

      Elimina
    3. Ma quanta cacca fanno i vegani?

      O_______O

      Elimina
    4. Il letame? Ah sì, quella roba che fermentando produce metano, ossido di diazoto e ammoniaca! Sì, si può usare come combustibile o fertilizzante, ma è pur sempre un prodotto di scarto, un sottoprodotto - fra l'altro, di un "sistema" di cui non si sfrutterebbero i prodotti per cui solitamente viene posto in essere. Non c'è niente di ciò per cui il letame viene utilizzato, che non si possa fare anche con gli scarti vegetali... a parte spalmarselo addosso quando è fresco, ovviamente. Gli allevatori non sanno più cosa farsene di letami, reflui zootecnici ed effluenti vari (lo spandimento dei quali è sempre più difficile a causa della cattivissima "direttiva nitrati" impostaci dalla cattivissima UE, e altre malvagie normative ambientali nemiche del progresso), tant'è che non so se avete notato, ma attualmente in Italia l'obiettivo è quello di poterne confluire il più possibile (per ora sono riusciti a spuntare un 50% della matrice d'ingresso) negli impianti a biomasse per liberarsene lucrando sugli incentivi offerti per queste fantastiche fonti energetiche rinnovabili (di cui però si rinnova anche l'ossido di azoto che emettono in atmosfera, che peccato). Ah, fra l'altro i nostri cari allevatori sono riusciti anche ad ottenere l'esenzione dai controlli sulla presenza di Escherichia Coli nel digestato, quando lo spanderanno beatamente sui campi. Vi ricordate il famoso cetriolo tedesco?
      Quindi, nell'isola dei veganiani di ultimo livello voglio solo compostiere alimentate a scarti vegetali e compost toilet per umani. E chissà quanti anni dovranno passare prima che la merda vegana sia venduta ad un prezzo più alto del letame bovino :)

      Elimina
    5. Non era il cetriolo tedesco. Erano germogli di soia biologici, sono morte 40 persone.

      Elimina
    6. Bravo, hai buona memoria ;) Ma il problema è l'Escherichia Coli, non il vegetale che lo veicola. In Germania hanno grossi problemi con gli effluenti zootecnici, infatti sono stati tra i primi ad ottenere una deroga alla direttiva nitrati... e il biogas va forte!

      Elimina
    7. Il letame? Ah sì, quella roba che fermentando produce metano, ossido di diazoto e ammoniaca!

      Scusa la domanda molto (forse troppo) tecnica.
      Hai un riferimento sulla presenza di N2O nel biogas?
      In un lontanissimo passato mi ero occupato della cosa, e non mi risulta che l'azoto sia in presente in forma ossidata (oltretutto insieme alla forma ridotta NH3, il che sarebbe curioso).
      Ma magari dipende di ceppi batterici usati nella fermentazione, che non hanno studiato chimica e fanno quello che gli pare.
      Non so ... chiedo.

      Elimina
    8. Premetto che la mia conoscenza della chimica è vicina a quella che ne hanno i ceppi batterici :) Comunque, nella frase citata parlavo del letame lasciato fermentare all'aria (come avviene alla maggior parte di quello "prodotto" nel mondo), non in un digestore - dove avvenendo teoricamente la fermentazione in anaerobiosi, mi sembra sacrosanto nutrire seri dubbi sul fatto che l'azoto possa legarsi con l'ossigeno, in sua assenza. Questo è il massimo della risposta che posso darti... però posso allegarti dei dati (con relativo commento) che ultimamente mi sono passati tra le mani, prelevati da un documento di ARPA Emilia Romagna (sezione provinciale di Bologna) pubblicato a marzo 2014 dal titolo “Monitoraggio conoscitivo della composizione chimico-fisica e microbiologica del digestato prodotto da impianti a biogas”. Lo studio analizza il digestato prelevato da 5 impianti della zona, tenendo come valori limite quelli stabiliti dal DLgs n.99/92 e dalla DGR - deliberazione di giunta regionale n.2773/04.
      Sono stati presi come riferimento dei valori limite di leggi successive ovvero il D.Lgs 152/2006 - Codice Ambiente e il D.Lgs 75/2010 che regolamenta l’uso di fertilizzanti e concimi in agricoltura.
      - Le analisi di uno dei 5 impianti presentano valori di metalli pesanti (Zinco e Rame) superiori ai limiti fissati dal D.Lgs 75/2010 per gli ammendanti.
      Il relativo digestato, pertanto, non potrebbe essere sparso nei terreni agricoli come concime, di fatto viene sparso nei terreni agricoli come concime.
      - Le analisi di due dei 5 impianti presentano valori di pH superiori ai limiti fissati dal D.Lgs 75/2010 per gli ammendanti.
      Il relativo digestato, pertanto, non potrebbe essere sparso nei terreni agricoli come concime, di fatto viene sparso nei terreni agricoli come concime.
      - Le analisi confermano la presenza di DIOSSINA in tutti gli impianti..
      La quantità di DIOSSINA in 6 campioni su 9 è superiore alla concentrazione soglia di
      contaminazione prevista dal D.Lgs 152/06, Allegato 5 al Titolo V, per i siti ad uso verde pubblico, privato e residenziale.
      - Le analisi confermano la presenza di PCB (il policlorobifenile è una simil diossina prodotta fino a metà degli anni 80 dalla ditta Caffaro di Brescia poi chiusa per aver provocato un disastro ambientale tutt’ora presente in città). La quantità di PCB indicata come valore massimo è superiore alla concentrazione soglia di contaminazione prevista dal D.Lgs 152/06, Allegato 5 al Titolo V, per i siti ad uso verde pubblico, privato e residenziale.
      - Le analisi confermano la presenza di Salmonella.
      Il digestato, pertanto, non potrebbe essere sparso nei terreni agricoli come fertilizzante ai sensi del D.Lgs. 75/2010, di fatto viene sparso nei terreni agricoli come fertilizzante.
      - Le analisi confermano la presenza di Escherichia Coli.
      - Non sono stati eseguiti i controlli degli ulteriori parametri agronomici necessari per stabilire la possibilità di spandimento dei digestati nei terreni agricoli come concime di origine chimica ai sensi del D.Lgs. 75/2010.
      - Non sono state verificate le ulteriori condizioni previste dalla DGR 2773/04 per lo spandimento dei fanghi di depurazione nei terreni agricoli.
      - Non si comprende perché ARPA, per analizzare il digestato “equiparato per l’utilizzo in agricoltura ai concimi di origine chimica” abbia preso come riferimento i limiti previsti per i fanghi di depurazione invece di quelli (più restrittivi) previsti per i concimi di origine chimica.

      Voi che siete scienziati, forse da questi dati potreste trarre deduzioni e connessioni che a me, modesto "ecogiurista" in erba, sono evidentemente precluse :) (del tipo: se c'è diossina, c'è o c'è stato ossigeno libero?)

      Elimina
  3. Belìn... ma proprio a Bergeggi me li dovevi mandare?

    RispondiElimina
  4. A quando l'isola dei grillini?

    RispondiElimina
  5. Premetto che non sono vegetariano e mangio carne.
    Ricordo che c'è modo e modo di allevare il bestiame.
    Esistono leggi sull'allevamento dei polli, maiali, di come spiumare le oche "pettinandole" e si poteva, fino a poco tempo fa
    Allevare cani Beagles per esperimenti e vivisezione (vietata in Italia)
    Queste leggi potrebbero , con l'innovazione tecnologica,migliorare l'esistenza degli animali allevati,anche se vengono poi macellati.
    Invece vengono per la maggior marte violate,a scapito del benessere dell'animale e la sua salute, che interessa anche a chi quella carne la consuma.
    (vedi animali imbottiti di antibiotici).
    del trattamento delle oche da piumino ,aimè ,ne ha parlato Report, Saranno inaffidabili ,ma limitatevi a dire se è vero o falso
    Speculando in tutti i modi ,portando la realizzazione del prodotto oltre il Mar Baltico,per spendere 70 euro in meno e venderlo a 1500 euro
    Non capisco poi come si possa allevare animali per attività non permesse(sperimentazione).
    Teniamo conto che con la tecnologia è possibile modificare la sperimentazione animale,
    questo però andrebbe a scapito di chi in quel mercato ci opera ed intende operarvi il più possibile a costo minimo sfruttando su cui si era già investito.
    Capisco che esistano animalisti "eccessivi" ma non credo che sia opportuno usare questa icona per ogni persona favorevole al benessere animale in genere.
    Io ho dovuto curare un cane con medicinali(prezzo pieno ovviamente)spendento per uno solo di essi €5 (Cinque) al giorno
    e qualche moralista mi è venuto a dire che tratto troppo bene gli animali mentre i bambini muoiono di fame.
    Questo poi viaggia su auto da € 80.000 (80mila) si fa settimane bianche con atrezzatura ultimo modello.
    Potrebbe allora avere um'auto da 10mila euro e atrezzatura di almeno cinque anni fa ee devolvere il resto alla causa dei bambini.
    Così ,almeno abbiamo un'altra icona da utilizzare.(uno così sull'isola come sopravvive?)
    Ricordo ,se poi sta a cuore che in Africa una delle maggiori cause di mortalità è la malaria,che si puo curare con farmaci fuori brevetto e la loro produzione avrebbe un prezzo bassissimo
    (Forse il problema maggiore è la distribuzione).
    E' chiaro che se si cerca il lucro infrangendo regole,è concorrenza sleale a prezzo degli onesti,se poi,la condanna non arriva mai …

    RispondiElimina
  6. Tranquilli! fidatevi di LeFou!! Lui dice la verità! Anzi è la Verità e la Vita. Dal Vangelo secondo Giovanni capitolo 14 versetto 6.
    Gioiamo il Messia è tornato tra noi pace e gloria a Lui e agli uomini di buona volonta (suoi credenti)
    Ave LeFou! Dacci oggi la nostra Verità quotidiana!

    RispondiElimina
  7. L'idea dell'isola solitaria mi piace assai. Verrebbe instaurato l'antico regno con al comando un Quadriunvirato: Giorgio Vitali (Il Duca di Blangis), Gian Paolo Pucciarelli (Il Vescovo), Antonio Pantano (Il Presidente de Curval), Ubaldo Croce, (Durcet) .

    RispondiElimina
  8. Gli isolani venerano Il Signore Lufou l'Onnisciente e Onnipotente(sempre sia lodato) Lui è La Via La Verità e La Vita.
    Yahwhe è avvisato!!

    RispondiElimina
  9. Ah di-vino Lefoul, niente lana?
    Niente pellicce?
    Cazzarola, pure l'isola deserta al circolo polare artico sei riuscito a trovare?

    RispondiElimina
  10. Come procede sull'isola degli uomini che hanno aperto gli okki? L'esperimento è riuscito? Sono tutti sani e forti? Si sono moltiplicati?

    (Ehm..non è che li hanno chiusi già da tempo, gli occhi?)

    RispondiElimina
  11. I complottisti signoraggisti non si lamentino di non avere voce presso le istituzioni. Il senatore Domenico Scilipoti, fervente propagatore di cazzate sulle scie chimche, il signoraggio e via dicendo, ha ricevuto la nomina a vicepresidente della commissione Scienze, Tecnologia e Sicurezza della Nato. http://espresso.repubblica.it/palazzo/2017/01/04/news/domenico-scilipoti-vola-alla-nato-una-carriera-tra-scie-chimiche-e-omofobia-1.292842

    RispondiElimina

Non lasciare commenti che non sopporteresti di ricevere. E comunque sono accettate critiche ma non offese.